Sulla Presidenza del consiglio comunale opposizioni con una unica voce

Suzzara 3/07/2024: Presidenza del consiglio comunale di Suzzara Nel corso del primo consiglio comunale di Suzzara, che ha visto l’insediamento della nuova giunta e dei neoeletti consiglieri, non è passato inosservato quanto accaduto in merito alla non-elezione del presidente del consiglio comunale. Mai come quest’anno l’esito elettorale è stato incerto, ne sono la dimostrazione i soli 141 voti di scarto che hanno permesso alla maggioranza monocolore (seppur variopinta) di vincere al primo turno. Mai nella storia suzzarese PCI-PDS-PD hanno vinto per così poco. I sei consiglieri di minoranza rappresentano infatti il 49% dei suzzaresi che, in una seppur variegata offerta politica, hanno evidenziato la voglia di cambiamento che la maggioranza non può ignorare. È per questo motivo che nelle settimane scorse, durante un’interlocuzione avuta con l’autoproclamatosi capogruppo del Partito Democratico, è stata avanzata la richiesta di cedere alla minoranza la presidenza del consiglio comunale. Questo avrebbe rappresentato un importante passaggio nell’ottica di quella che la maggioranza stessa definisce “La Suzzara che unisce”. Quale unione migliore del coinvolgimento fattivo nel governo della città di chi rappresenta il 49% dei cittadini suzzaresi? Richiesta puntualmente declinata in favore di Raffaella Zaldini, già Assessore e figura storica della sinistra suzzarese. In un’ottica di condivisione costruttiva, le minoranze in maniera compatta hanno proposto, nel corso della prima seduta del consiglio, l’attuale presidente pro tempore, e consigliere comunale del PD, Manjot Singh. Si vuole sottolineare che la proposta di Singh non è una boutade “per far parlare di sé”, bensì una proposta oculata e ponderata per più motivi. Sicuramente il consenso riscosso nelle urne è rilevante, 181 preferenze hanno decretato Singh come il più votato della maggioranza, e a voler bene vedere dando un contributo determinante all’esito elettorale. Il curriculum di Singh, ingegnere per un’importante azienda della città, rappresenta una garanzia di preparazione ed eKettiva integrazione che, unitamente alla sua giovane età permette di credere che possa essere una figura super partes ed allo stesso tempo rappresentativa della composizione sociale della comunità suzzarese. Si sottolinea inoltre che, non essendo per motivi anagrafici mai entrato nelle dinamiche correntizie e partitiche suzzaresi, possa essere una figura con tutte le carte in regola per un ruolo così importante come la presidenza del consiglio comunale della città di Suzzara. Consenso Civico, Fratelli d’Italia, Suzzara Davvero e Ci Siamo Suzzara rimangono con fermezza  sulla proposta di Manjot Singh dimostrando, si crede, la disponibilità a collaborare senza arroccarsi su posizioni ideologiche. Ci si augura che la maggioranza possa comprendere la buonafede della proposta.


Consenso Civico – Fratelli d’Italia – Suzzara Davvero – Ci Siamo Suzzara
Nicoletta Ferrari, Salvatore Capursi, Laura Papagathonikou, Leonardo Minelli, Nicola Carra, Serena Barbieri

riceviamo e pubblichiamo scrivere a suzzaraweek@yahoo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.