BLOG NEBBIA GIALLA 2021(ON LINE)

Suzzara 18/04/2021:  Si inizia  con Ferdinando Pastori. Si inizia con una coppia del giallo  con Paola Ronco Antonio Paolacci Il Punto di vista di Dio Un indagine di Paolo Nigra ( Piemme) romanzo ambientato a Genova ” non siamo Genovesi ma ci e piaciuta molto la città,  abbiamo voluto raccontare la citta con un non genovese come noi. Noi viviamo la Città nel centro storico che e diverso dal resto della Città, ci abita il nostro protagonista in un  quartiere controverso, lo scenario giusto” Paola Ronco. ” E quasi fondamentale inserire un discorso sociale in senso alto, questa storia ci permetteva di parlare tramite Genova, della presenza di diverse etnie, portare all’interno del giallo classico le tematiche più diverse, e quasi più importante dello stesso delitto, giocato sul delitto classico” Antonio Paolacci ” Ci divertiamo moltissimo a scrivere usando l’ironia, un arma efficace, può colpire e graffiare senza scadere nella retorica trovando un equilibrio, tra un registro leggero e tematiche importanti.” Paola Ronco ”  Scriviamo  a quattro mani nonostante la diffidenza dei lettori vincendo tutto lo scetticismo anche nostro” Antonio Paolacci ” I nostri punti riferimento letterari, sono il mondo del giallo italiano come Fruttero e Lucentini… Lucarelli Carlotto Pandiani e altri” Si  Passa a Roberto Cimpanelli  presentato da Cristina Aicardi  con “La Pazienza del Diavolo” (Marsilio) ” La suggestione aperta dal protagonista, il fiocina e la trasposizione del rampone di Acabh di Moby Dick , attorno all’assassino, girano attorno tutta una serie di personaggi con i loro punti vista, io scrivo sceneggiature,  vedendo gente in un capannello, che commentava un femminicidio, che aveva colpito con l’acido e molti volevano fare la stessa cosa con lui…il vero tema è la giustizia… chi commette violenza su una donna arriva da un contesto culturale che non lo giustifica…chi ha avuto questa tragedia un genitore siamo sicuri che non si vendicherebbe nello stesso mondo…il tema della vendetta mi colpisce molto, nel libro ho cercato di mettere addosso all’assassino, l’immagine di giustiziere, la parte oscura in noi sangue chiama sangue e i media ci mettono del loro in negativo, sono un lettore dei gialli Mondadori da sempre ho lavorato con gli americani e con uno sceneggiatore come Scarpelli che mi diceva di curare sempre i personaggi minori, nel giallo e stato raccontato quasi tutto, e da questo consiglio la mia passione per i personaggi.” Si passa ad Andrea Vitali il Metodo del Dott. Fonseca ( Einaudi) presentato da Romano De Marco ” Un quarto dell’romanzo è autobiografico” risponde Vitali” di un colpo di fulmine giovanile appena laureato…vivo sul lago in una atmosfera Manzoniana, non ho pensato mai di traferirmi dal lago,  nel romanzo il Procuratore si è fuso il mio immaginario con quello che scrivo, il luogo l’aveva oltre la finestra era Bellano. E non sono un grosso amante dei viaggi, non mi sono mai posto il problema di essere altrove. Ambiento le storia nel passato la tecnologia di oggi mi frena, mi sono posto il limite temporale degli anni 70-80, preferisco guardare indietro, curiosando negli archivi storici dei giornali trovi cose molto divertenti. Sono spunto per molte storia. Nelle mie storie non scorre il sangue ma le indagini girano attorno alle vicende quotidiane di Bellano, piccoli episodi che al maresciallo  Maccadò fanno amare il posto. ”   Di seguito Gianluca Ferraris presenta altri tre autori parte da  Enrico Pandiani  Lontano da Casa( Salani)” ” La cosa fondamentale e cha da un paio d’anni faccio volontariato di recupero del cibo, e ci sono le periferie torinesi, con due persone con la visione del mondo diametralmente opposto. Si tratta di un omicidio  in questo contesto. Ci sono i temi che mi interessano come le periferie  Torino in particolare con il suo mondo di emarginati che si incastrano nella storia Noir”  poi Paolo Regina  Da quanto tempo piangi capitano Nittis?( Sem) ” Sono l terzo capitolo della saga del capitano Denittis della guardia di finanza. Un finanziere atipico che si trova ad indagare su usura e traffico d’arte e omicidi, e conduce immagini parallele, pugliese traferito a Ferrara, un personaggio atipico come detto che fa fatica ad integrarsi a Ferrara, in questo romanzo inizia con l’indagine su la sparizione di un violino antico parallelamente ad un omicidio di un noto ristoratore trovato decapitato, e poi c’è uno scontro tra De nettis e un adolescente che finirà al cardio palma” Paolo Varesi “l’ora Buca” ( Sperilng e Kupfer)  ”  Sono partito dal mio mestiere il giornalista, sono partito dalla condizione della nostra classe politica, con politici che da un giorno all’altro sorgono dal nulla, questo professore protagonista, sente il bisogno di emergere, per riuscire ad essere qualcuno dovrà rinunciare a se stesso, l virtualità e centrale, con l’uso dei social e dell’informatica, grazie a questo diventa consolatore di una vedova, poi c’è la costruzione di una campagna diffamatoria contro un un magistrato, che diventa lo zimbello dei social… il professore vuole diventare qualcuno come Virgilio consigliava Dante, nella società di oggi devi farti strada a gomitate, il professore si affida ad un agenzia, che e il potere del denaro, questa agenzia, fa in modo che il professore diventi un grande oratore, che parla davanti ad un folla virtuale fino al grande salto nella carriera politica, che oggi non devi lavorare più di tanto, e sei al centro dei media…com gli influenzer che non si capisce cosa fanno, che non hanno contenuti, tutto nel mio libro dove c’è anche un delitto”  Chiude il Nebbia gialla di quest’anno come la scorsa stagione in presenza Massimo Carlotto intervistato da Eva Massari. “Sulla serie de l’ Alligatore in onda su Rai 2 non abbiamo fatto lavoro di ammorbidimento del linguaggio, ci sono battute argomenti scabrosi rispetto alla Rai… c’ estato un entusiasmo unico, dal primo minuto ho preteso che il prodotto televisivo fosse diverso dal romanzo  che scrive un romanzo lo scrive per far immaginare la sceneggiatura per far vedere due linguaggi diversi, io credo nel tradimento, e loro sono stati d’accordo, e stato prodotto il personaggio e le atmosfere, ma le storia sono scritte in modo diverso…e stato molto positivo introdurre un crimine attuale quello degli sversamenti, che non ha mai raccontato, prima c’era stato una grossa operazione di polizia, raccontare l’attualità… noi in veneto parliamo la lingua della socialità, appunto il veneto, con un attore di Verona… sul nuovo romanzo E verrà un altro inverno, ambientato in una valle chiusa con un unica strada che entra, visione classica del territorio, qua abbiamo personaggi normali, che delinquono ma si ritengono persone normali, tutto all’interno di questa valle, con dinamiche loro, lontano dalla Citta vista con sospetto…personaggi di un certo nord omologato, mi sono divertito a introdurre il caso…grande dominatore , la mano sinistra del caso che modifica i destini delle persone” Seguono   i saluti finali di Paolo Roversi “E’ stata un’edizione strana e straordinaria che ci ha permesso di collegare scrittori e pubblico in tutto il mondo “ha detto Paolo Roversi ” Sicuramente, quando si potrà organizzare il festival in presenza, alcuni incontri li trasmetteremo in diretta. Esperienza bellissima che ci ha riempito di soddisfazione. Ringrazio il “Piazzalunga“, l’amministrazione comunale, gli scrittori e tutti coloro che hanno collaborato a questa manifestazione in digitale

Suzzara 17/04/2020:  Parte  on line la quindicesima edizione di Nebbia Gialla on Line che dopo l’introduzione di Paolo Roversi il saluto dell’assessore R.Zaldini, con il ringraziamento all’organizzazione del Centro Piazzalunga, con il ricordo dell’Assessore Patrizio Guandalini  che ha voluto il Piazzalunga come e ora.  Edizione speciale si sta svolgendo a distanza con vantaggi e svantaggi.  ” Spero che sia una maratona in giallo positiva in bocca al lupo a tutti” .  Si inizia con la atmosfere medievali di Marcello Simoni, intervistato da Eva MassariAngeli e Diavoli Obbedienza e ribellione(Einaudi)” “….Einaudi mi ha chiesto di scrivere un saggio, un argomento angeli e diavoli, che mi ha sempre affascinato, da sempre sono esistiti libri su questo argomento, si parla di fede e di antropologia, figure che nascono prima dell’avvento della scrittura” Del tuo prossimo romanzo ” Il prossimo mercante sarà una parte alla corte di Federico II e una terra lontana, il vero protagonista sarà la famiglia del Mercante Alvarez  inseguita dal Domenicano Pedro Gonzales che ha accompagnato il re di  Castiglia nelle reconquista contro i Mori” E’ Il turno di Elisabetta Cametti Romano di Marco e Leonardo Gori presentati da Cristina Aicardi. Parte Elisabetta Cametti  Muori Per Me (Piemme), con il suo Thriller ambientato nel mondo dei social, una serie di delitti sul lago di Como , quando l’indagine sembra finita sulla pagine  di Ginevra compiono video inquitante..il concetto die social , che nascondono lati diversi che conosciamo, …influenzano la nostra vita in modo positivo, possono essere usati in modo improprio. Romano De Marco  che scrive il suo romanzo sotto pseudonimo ” E un libro sul nostro mondo e con un capitolo ambientato la Nebbia Gialla, peccato quest’anno e on line, l’idea di usare uno pseudonimo che è un eteronimo….per uscire da determinate gabbie volevo anche essere politicamente scorretto…mi sono cercato un piccolo editore, e nato questo romanzo che mi ha dato diverse soddisfazioni” .Leonardo GoriLa Finale” ” Nel mio romanzo nessuno è quello che sembra, mi piace che il protagonista sia sempre in difficoltà , in questi giorni della finale di calcio del 1938,  a Parigi dove ci sono esuli antifascisti divisi tra loro, il giallo e una coacervo di cose diversi abbia la possibilità di raccontare il mondo…per me gli anni 30 un periodo interessante ricco di musica , io ce ne  molta, il jazz, lotta politica violenza e amore…”

Si salta al pomeriggio l’incontro con  Davide Longo Una rabbia Semplice (Einaudi) Luca Crovi( Il libro segreto di J.Verne(Solferino) Rosa Terruzzi In memoria del Lago(Sonzogno) Stefano Tura Il Killer delle Ballerine Ultimo Ballo (La corte Editore), assente per impegni di lavoro in RAI, e durato poco per motivi tecnici.  Si passa a Carlo Callegari La Ling Gao Gang( Liena Edizioni)  Matteo Columbo QB(Unicopoli Ed)  e Daniela Grandi la notte non perdona( Sonzogno) tutto sotto la regia in studio al Piazzalunga Cultura di Paolo Roversi, è la volta di Chiara Marchelli Redenzione La prima Indagine di Maurizio Nardi (NN Editore)  un libro di indagine su un problema come l’anoressia e Lorenzo Sartori il Sottile filo di Arianna (Laurana Editore)

Alle 16,00 si inizia con Roberto Costantini Un Donna in Guerra ( Longanesi) a seguire  presentati da Cristina Aicardi, Ginaluca Ferraris con il Legal Trhiller Perdenti (Novecento ED) Tommaso Scotti  L’ombrello dell’imperatore ( Newton Compton)  un indagine nel mondo giapponese  dell’ispettore Takeshi, dopo una breve siparietto con Paolo Roversi in attesa del collegamento si parla di letteratura per ragazzi presenta Eva Massari con Paola Barbato Il Diario del Giorno ( Piemme) e Francesco Carofiglio Jonas (Piemme) “ S.King è un grande scrittore per ragazzi, ma che possono leggere tutti” Paola Barabato ” Ho attraversato la crisi del romanzo per ragazzi , i contenuti sono scomparsi come nei cartoni animati, questo momento e stato superato, leggendo molti libri per ragazzi ho visto una certa crescita…cosa vogliono leggere questi ragazzi, che leggono sulle piattaforme condividendo…se i ragazzi non trovano quello che cercano, si queste piattaforme il libro lo scrivono loro…vogliono leggere qualcosa che risuoni…. cerco di capire che storie piacciono ai ragazzi-e di oggi che non sono quelli di ieri” Carofiglio ” Sono arrivato a King tardi per un preconcetto, King era una sottocategoria, poi ho letto stagioni diverse, con il racconto The Body , con il film Stand by Me, racconto la linea di differenza tra adolescenza e età adulta , la paura, il territorio in cui ci si ritrova…i primi grandi romanzi per ragazzi hanno il centro la paura come Pinocchio storia Noir” Incontro tutto al femminile  presentate da Romano De Marco : Barbara Baraldi  Sentenza Artificiale ( Chiare lettere)  ” e un piacere, il romanzo e un romanzo sulla tecnologia, in un Italia del domani ci sarà un algoritmo che dara le sentenze dei processi,  che oggi già in certi paesi c’è come negli Usa che una macchina decide la libertà vigilata, all’interno di una storia di tensione” Marina di Guardo  “Nella Buona e nella cattiva sorte “( Mondadori) ” affronto di nuovo il tema della violenza sulla donne, come in questo periodo di lock-down, la protagonista maltrattata dal marito si rifugia nella casa dove e cresciuta inizia questa sua nuova vita, avvengono situazioni inquietanti, forse non e stata una grande idea il ritorno…” Gabriella Genisi  La regola di Santacroce ( Rizzoli) ”  Un altro romanzo si Chicca Lpoez che torna a Lecce e viene spostata dal reparto della tutela culturale dei Carabinieri, si accorge c’è uno sfregio sulla basilica di S. Croce con tre nomi inizia un indagine per omicidio”. Intervista a Paolo Roversi a Giancarlo De Cataldo,  con il suo Romanzo Un Cuore Sleale (Einaudi) ma prima della star internazionale conversazione tra Ferdinando Pastori ed Enrico Vanzina  oltre a parlare del suo ultimo giallo “ Una Notte di Nebbia a Milano( Harper Collins) ” Ho scritto un romanzo su una citta che amo molto Milano” ha detto Vanzina ” un delitto in una notte di  Nebbia , che oggi non c’è quasi più, un giornalista delle pagine di Cultura  di un quotidiano si interessa di questo delitto, si fa avanti nella nera e scopre che la vittima è il padre…. Ho raccontato una Milano che a tratti non c’è più quella Milano di Jannacci, Gaber, Simonetta del Derby, che ho conosciuto, citta che oggi fugge verso la contemporaneità , e ha cancellato parte della sua storia, ma non c’è nulla più effimero del contemporaneo un epoca che ho raccontato in modo scherzoso con il Cinema.. la grande differenza tra Milano e Roma non ha mai demolito il passato e una citta a strati, lago dove tutti gli animali stanno vicini, Milano tende a eliminare il passato, non lo fate” Poi e la è la volta di Michael Connelly  “La legge dell’innocenza” Genere legal Thriller lo scrittore statunitense, nome mondiale del romanzo poliziesco un personaggio su tutti l’ispettore Bosh che e anche una nota serie TV Intervistato da Paolo Roversi. ” Sono molto lieto che mi abbiate invitato la tecnologia ci aiuta….sarò contento di venire nel mio paese, sono stato diverse volte in Italia, sono lusingato di essere famoso, ma e il potere delle storie mi sento fortunato e privilegiato e fantastico essere parte della comunità degli scrittori… devo dire che il desiderio di fare lo scrittore da quando ero giovane, e ho deciso di studiare giornalismo, per mantenermi, e poi lavorando in un giornale per la cronaca nera, sono sempre stato a contatto con poliziotti, e per 15 anni ho fatto il giornalista, io non pratico più la professione di giornalista da tempo ma sono rimasto a contatto con detective e poliziotti, ma l’esperienza accumulata dal giornalismo, non la dimenticherò mai, la suspanse si crea attraverso i protagonista nel romanzo, certo la legge i tribunali non sono molto interessanti ma tutto gira attorno alle situazioni che si riescono a creare e come in questo romanzo…il mio protagonista e nato quando era ad una partita di Baseball e mi sono accorto di essere seduto accanto ad un avvocato, parlando ha detto che lavorava in auto su una Lincon per muoversi meglio. Cosi è nato Mikey Haller, essere uno scrittore e essere al centro di tutte le vibrazioni dell’ispirazione ogni particolare è importante…come nel caso di Haller.. cerco sempre di farmi trovare pronto, prendo appunti, mi mando delle mail, che poi riguardo… alcune di loro non sembrano delle grandi idee…la maggior parte le sfrutto.  Noi li chiamiamo processi veloci , Mikey nel romanzo usa una strategia nel chiedere il rito abbreviato per mettere sotto pressione l’accusa. Ci metto un anno a scrivere un libro e creo una mia connessione tra i miei personaggi ho inserito Bosh in questo romanzo, lo si vede sotto un altro punto di vista. Sono un ex giornalista ha deciso di inserire il virus nel mio romanzo avrebbe arricchito la storia, al tempo la gente si faceva un sacco di domande. Per la mia vita non mi posso lamentare, io mi mettevo a scrivere e sono molto fortunato per la professione che faccio, per due settimane non ho scritto nulla, poi ho ripreso. Durante l’amministrazione Trump la pandemia è stata gestita male, adesso abbiamo una nuova amministrazione, va meglio, che sta accelerando le vaccinazioni. (letteratura come militanza politica domanda), dipende sempre da quello lo scrittore vuole fare, i miei romanzi sono in contatto con il mondo reale, preferisco fare delle domande, quello che è importante e creare una storia reale. Ho ricevuto diverse Mail da sostenitori di Trump per l’episodio del libro dove una sostenitrice di Trump viene esclusa da una giuria , ma io non ho cambiato nulla… Grazie mille a voi vi prendo in parola farò di tutto per venire al Festival Nebbia Gialla di Suzzara” Si chiude con Maurizio De Giovanni con  “Gli Occhi di Sara” (Rizzoli) intervistato da Cristina Aicardi . De Giovanni che nella giornata di domani sarà protagonista su RAI-STORIA della maratona su Napoli, ha parlato di tutti i suoi personaggi, come il Commissario Ricciardi andato in onda su RAI 1 ” Ho ascoltato Connelly per me è il più grande  persona con una grande etica del lavoro, il Nebbia Gialla è una comunità complimenti per gli autori di quest’anno. Gli occhi di Sara è primo nelle vendite e ringrazio i lettori esce in una collana esclusivamente al romanzo nero e le vendite sono un riconoscimento al romanzo nero, volevo vedere Sara sul campo, nel romanzo prima e in pensione, e il contesto e quello del1989 la caduta del muro di Berlino e la visita di Papa Giovanni Paolo II a Napoli, nel contesto ci ho messo Sara giovane, i fili si sono uniti. Io scrivo di personaggi che sono il contrario di me, nelle trasposizioni in TV devo dire che la serie di Ricciardi mi ha molto soddisfatto anche se ero pronto al peggio, non cosi per altre serie dove ho ritirato la firma, ma e un altro mondo altre professionalità rispetto al libro, …in ogni modo io Nebbia Gialla ci verrei anche se non fossi invitato e spero che la prossima edizione torni in presenza…”

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

Sabato 17 /04/2021

10:00 | Inaugurazione del festival
10:15 | Marcello Simoni
10:45 | Elisabetta Cametti, Romano De Marco, Leonardo Gori
11:45 | Davide Longo
12:15 | Luca Crovi, Rosa Teruzzi, Stefano Tura

14:00 | Carlo Callegari, Matteo Colombo, Daniela Grandi
15:00 | Chiara Marchelli, Lorenzo Sartori, Emanuela Valentini
16:00 | Roberto Costantini
16:30 | Gianluca Ferraris, Tommaso Scotti
17:15 | Paola Barbato, Francesco Carofiglio
18:00 | Barbara Baraldi, Marina Di Guardo, Gabriella Genisi
19:00 | Giancarlo De Cataldo
19:30 | Enrico Vanzina
20:00 | Michael Connelly
21:00 | Maurizio De Giovanni

Domenica 18 /04/2021

10:00 | Antonio Paolacci e Paola Ronco
10:30 | Roberto Cimpanelli
11:00 | Andrea Vitali
11:30 | Enrico Pandiani, Paolo Regina, Valerio Varesi
12:30 | Massimo Carlotto

31/03/2021 Un ricco programma per questa due giorni dedicata alla letteratura di genere durante la quale si alterneranno oltre trenta scrittori. Tra gli altri, Massimo Carlotto, Maurizio De Giovanni, Marcello Simoni, Francesco Carofiglio, Barbara Baraldi, Gabriella Genisi, Marina Di Guardo, Rosa Teruzzi, e ancora Chiara Marchelli, Stefano Tura, Andrea Vitali, Valerio Varesi, Romano De Marco e molti altri. Sabato 17/04/2021 alle ore 20 sarà con noi il grande scrittore americano Michael Connelly.

26/03/2021 come sapete la quindicesima edizione del festival NebbiaGialla Suzzara Noir Festival si svolgerà il 17 e 18 /04/ 2021 e sarà trasmessa in diretta STREAMING in rete.Le dirette saranno visibili sul sito del festival  sulla nostra pagina Facebook e sul nostro nuovissimo canale YouTube al quale siete tutti invitati ad iscrivervi! Tutti gli eventi si svolgeranno live. Il programma definitivo sarà presto pubblicato, in previsione la partecipazione di una trentina di scrittori.
Oggi però siamo qui per annunciarvi una succosa novità: uno dei più importanti scrittori di crime al mondo sarà l’ospite d’onore della nostra quindicesima edizione. Di chi si tratterà? Per ora possiamo svelarvi solo un paio di indizi.